contatore luce

Un gruppo di dispositivi olandesi ha testato alcuni contatori elettrici “intelligenti”, e tra alcune analisi hanno trovato molte letture di consumo false che in alcuni casi sono superiori del 582% rispetto al consumo energetico effettivo.

Con esperimenti della durata di sei mesi, i ricercatori hanno cercato di guardare su contatori rappresentativi di quelli utilizzati nei Paesi Bassi e fabbricati tra il 2004 e il 2014, i ricercatori hanno cercato di riprodurre schemi di consumo domestico piuttosto che concentrarsi sugli stress test.

I loro risultati? Ebbene, i risultati sono variati notevolmente, con alcuni contatori che hanno segnalato errori ben al di sopra del loro intervallo divulgato, passando da -32% a +582%. I test con risultati non comuni sono stati ripetuti più volte e i risultati erano entro poche percentuali rispetto all’originale. Inoltre, “Le maggiori imprecisioni sono state riscontrate quando i ricercatori hanno combinato dimmer con lampadine a risparmio energetico e lampadine a LED”. Non è stata colpa delle lampadine a risparmio energetico, ma i problemi sono legate a proprietà integrate del risparmio energetico.

Test di letture sballate

Il motivo delle letture errate sembra essere il sensore di corrente e i circuiti associati“, hanno affermato i ricercatori. “I risultati sperimentali fanno capire che i contatori di energia statica possono essere spinti in letture errate (positiva e negativa) se il consumatore consuma corrente in modo continuo.”

Vale la pena notare che esiste una ricerca contraddittoria pubblicata da “la voce europea dei fornitori di soluzioni energetiche intelligenti” che sostiene che “non c’è motivo di mettere in discussione la tecnologia di misurazione smart”.