Super Green Pass sarà contenuto nel nuovo decreto previsto per dicembre. La sua implementazione era già nell’aria negli scorsi giorni, ma fino all’incontro con le Regioni nulla era ancora certo. Ora invece questa garanzia c’è: “Il Covid continua a correre, bisogna accelerare”.

L’intento è quello di riuscire a salvare il Natale da nuove restrizioni e contestualmente la stagione turistica cui si avvia il nostro Paese. Si spera quindi, con questo DPCM, di evitare la chiusura di ristoranti, bar, impianti sciistici come avvenuto invece lo scorso anno, e scongiurare il ritorno del coprifuoco.

Ci si augura inoltre che possa costituire un ulteriore impulso alla vaccinazione, per chi ancora oggi risulta indeciso sul procedere o meno.

La nuova certificazione andrà a sostituire il precedente Green Pass, e sarà elargita esclusivamente ai vaccinati e ai guariti (come avviene già in Austria e Germania). Non sarà quindi più possibile ottenere il Green Pass con il solo tampone negativo.

Super Green Pass, le nuove regole saranno contenute nel prossimo decreto: qualche anticipazione

L’unico luogo che resterà accessibile mediante tamponi sarà il posto di lavoro. A Palazzo Chigi stanno inoltre arrivando pressioni per far applicare il nuovo regolamento non solo nelle zone rosse o arancioni, ma anche in quelle bianche.

Il ritorno del sistema a colori pare quindi inevitabile, tanto che alcune regioni risultano già al limite con il far scattare la zona gialla.

Il Super Green Pass dovrà essere esibito per tutte le situazioni che implicano una certa socialità. Per questo sarà obbligatorio per sedersi al ristorante o all’interno di un bar e per accedere a cinema, teatri, palestre, stadi, discoteche. Anche per sciare bisognerà possederlo.