Uno dei titoli più attesi per il prossimo anno è senza alcun dubbio Matrix Resurrections, attesissimo seguito della trilogia che ha segnato la storia del cinema raccogliendo un successo a dir poco assoluto e che ora lascia nelle mani del quarto capitolo una pesantissima eredità, dal momento che avrà il compito di dare un seguito ad una serie di film che certamente non apre ad un compito facile.

Ovviamente non è facile dire se il prossimo capitolo sarà in grado di soddisfare le aspettative dei nuovi e vecchi fan dell’opera nata dalla mente di Lana e Lilly Wachowski, ciò che è sicuro è che la produzione sa quali tasti toccare per stuzzicare e per promuovere il proprio film, la prova è la copertina ufficiale del film.

 

Il ritorno dell’effetto bullet time

Nella copertina ufficiale del film possiamo vedere chiaramente i due famosi protagonisti del film, Neo (Keanu Reeves) e Trinity (Carrie-Ann Moss), ovviamente caratterizzati dal loro intramontabile look dark, accompagnati però da un altro immancabile decisamente meno appariscente ma che però ha da sempre caratterizzato il franchise, si tratta del bullet time effect, ovvero la classica deformazione dell’area legata al passaggio dei proiettili che la fendono generando tale effetto.

Ovviamente il richiamo è decisamente evidente, infatti l’immagine rimanda alla ormai iconica scena in cui Neo alle strette si ritrova a dover schivare i proiettili, che nel rallenty mostrato, palesano l’effetto caratteristico, certamente si tratta di un richiamo forte e azzeccato vista la natura del film che promuove un ritorno alle origini.