Joker-Malware

L’anno scorso, il malware chiamato Joker ha infettato molte delle applicazioni elencate nel Google Play Store. Quando un utente scarica un’applicazione infetta da Joker, il malware ruba informazioni personali come: elenchi di contatti, statistiche relative al dispositivo e altro ancora. Secondo un rapporto di Tatyana Shishkova, analista di Kaspersky, il malware è tornato. L’analista ha pubblicato aggiornamenti sulle apparizioni del malware su Google Play Store tramite il suo account Twitter.

L’anno scorso, il malware Joker ha causato il caos sul Google Play Store. Google ha dovuto infine rimuovere le applicazioni che contenevano il malware. È importante notare che il malware Joker si è rigenerato online dal 2017 quando è apparso per la prima volta. Sorprendentemente, alcune delle applicazioni elencate per contenere il malware hanno più di 50.000 download sul Google Play Store.

Di seguito è riportato un elenco di applicazioni segnalate che contengono il pericoloso malware Joker. Si consiglia agli utenti di controllare il proprio smartphone e rimuove ale app se e’ stata scaricata un’app tra quelle indicate di seguito. Anche se Google potrebbe rimuovere queste applicazioni in modo automatico, è sicuro prendere tutte le precauzioni. Inoltre, si consiglia agli utenti di non scaricare applicazioni da fonti e sviluppatori non attendibili prima di scaricare e installare un’applicazione sul proprio dispositivo.

Applicazioni infettate

  • Blender Photo Editor – Facile editor di sfondi per foto
  • Sfondo di animazione in carica della batteria
  • Tastiera EmojiOne
  • Tastiera abbagliante
  • Effetto Super Eroe
  • Tastiera Emoji classica
  • Halloween da colorare
  • Avviso flash torcia su chiamata
  • Aumento del volume dell’aria per l’udito
  • Telecomando Smart TV
  • Effetti della bolla di animazione della carica della batteria
  • Volume Booster Equalizzatore del suono più forte
  • VPN super clic
  • Ora scansione QRCode
  • Scanner PDF facile

Una caratteristica chiave del malware era che iniziava a mostrare annunci pubblicitari agli utenti e si abbonava a servizi online premium e costosi. Il malware può anche accedere a OTP da SMS in uno smartphone e può approvare pagamenti online. Inoltre, elimina  l’OTP e il messaggio di addebito proveniente dalla banca per tenere all’oscuro l’utente. Tale malware è altamente pericoloso in quanto può prelevare con successo denaro dal conto dell’utente.