IPTV: 70enne con una rete di 1800 utenti, beccati dalla Guardia di Finanza e denunciati

Lo streaming IPTV rappresenta in questo momento una delle soluzioni più utilizzate dagli appassionati di calcio che non desiderano perdere nemmeno una partita della loro squadra del cuore. Con la divisione dei diritti tv tra DAZN, Sky e Amazon Prime Video, la scelta dell’IPTV può sembrare apparentemente vantaggiosa in termini di prezzi e contenuti.

 

IPTV e la tentazione di DAZN gratis: i rischi previsti

Attraverso lo streaming illegale, infatti, gli utenti riescono a racchiudere tutte le pay tv in un unico abbonamento con costi che sono da vero e proprio ribasso. Spesso però ai costi non viene contrapposto il fattore dei potenziali rischi. I pericoli per chi si affida all’IPTV sono infatti molteplici.

In primo luogo per lo streaming illegale c’è un rischio di stampo legale. Tutti i trasgressori, tenendo anche in considerazione le recenti attività delle forze dell’ordine, rischiano una sanzione pecuniaria dal valore di 30mila euro. Spesso inoltre, per i casi recidivi, è anche predisposta la reclusione sino a tre anni.

Occhio poi a non incappare anche nelle numerose truffe della rete. Attraverso le conversazioni di Telegram e di WhatsApp, molti malintenzionati sponsorizzano canali IPTV molto vantaggiosi. Dopo aver ricevuto il pagamento, però, i truffatori non elegarciscono alcun servizio ai clienti.

Coloro che scelgono l’IPTV senza un abbonamento regolare spesso utilizzano anche i canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.