fisco

Una serie di importanti cambiamenti e novità interessa il Fisco in questa ultima parte dell’anno. Le attività dell’Agenzia delle Entrate sono infatti tornate a pieno regime, a partire dall’invio delle cartelle esattoriali. Per molti cittadini nelle prossime settimane tornerà di attualità il pagamento delle tasse arretrate verso la Pubblica Amministrazione.

 

Fisco, da qui a Natale milioni di cartelle esattoriali agli italiani

Come noto, il Governo aveva garantito a tutti gli italiani una serie di proroghe per lo stop al pagamento delle cartelle esattoriali. L’ultima data buona per il congelamento dei tributi è stata quella dello scorso 31 Agosto. Nei primi giorni di Settembre, infatti, è ripartita la macchina del Fisco per l’invio delle cartelle esattoriali.

A determinare lo stop forzato delle tasse è stata la pandemia e la relativa grave situazione economica legata al Covid. La misura di congelamento dei tributi ha rappresentato per mesi una misura di sostegno economico per i cittadini ed anche per i professionisti con Partite IVA.

Ad oggi i numeri del Fisco indicano che sono oltre 50 milioni le cartelle esattoriali che dovranno essere inviate da qui ai prossimi mesi. La platea riguarda ben 9 milioni di unità.

Non tutte le comunicazioni fiscali saranno inviate nello stesso periodo. Da qui a Natale, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe inviare 4 milioni di comunicazioni agli italiani. Il resto delle cartelle esattoriali sarà poi inviato nella prima parte del prossimo anno. Per i cittadini è inoltre prevista la proroga per i pagamenti: la scadenza delle tasse passa dagli attuali 60 giorni a 180 giorni. 

L’invio delle cartelle esattoriali predisporrà una partnership strategica del Fisco con Poste Italiane.