Sottoscrivere un abbonamento legale a tutti gli effetti potrebbe evitare tantissimi grattacapi pur costando di più. In realtà dovrebbe trattarsi della pura normalità, visto che tutto ciò che è illegale non dovrebbe essere assolutamente compreso.

Non la pensano evidentemente in maniera uguale tutti coloro che decidono di sottoscrivere un abbonamento IPTV, il quale è pirata a tutti gli effetti. La Guardia di Finanza proprio per questo sta indagando sul territorio italiano, soprattutto per la denuncia da parte di DAZN che sarebbe l’azienda più presa di mira.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: bloccati 1800 utenti in alta Italia, ora saranno tutti multati

La Guardia di Finanza con le sue indagini è riuscita ad arrivare ad una nuova e fitta rete in provincia di Varese. Erano circa 1800 le persone che sono state identificate e che utilizzavano un abbonamento pirata. Le multe ora fioccheranno per tutti, arrivando a toccare cifre anche superiori ai 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.