IPTV: incredibile ondata di abbonamenti illegali, la GdF eleva multa per 1 milione

Lo streaming IPTV da qualche mese a questa parte è tornato prepotentemente sulla cresta dell’onda. Sono molti gli italiani che, per seguire tutte le partite della loro squadra del cuore e tutti i loro sport preferiti, hanno scelto di affidarsi proprio allo streaming illegale per riunire in unico pacchetto i contenti di DAZN, Sky e Amazon Prime Video.

 

IPTV ed lo streaming gratuito: rischi per chi guarda DAZN gratis

A favorire il rilancio dello streaming illegale ci sono sempre i costi da vero ribasso garantiti al pubblico. Al tempo stesso però tutti coloro che scelgono l’IPTV devono prestare anche molta attenzione ai possibili rischi.

Per quanto concerne i rischi sotto il punto di vista giuridico, i trasgressori che si affidano allo streaming illegale rischiano una sanzione pecuniaria sino a 30mila euro. Al tempo stesso, gli utenti che scelgono l’IPTV possono anche rischiare la reclusione dai sei mesi a tre anni.

Altro fattore da considerare è quello delle truffe che si rincorrono in rete. Su Telegram e su WhatsApp molti malintenzionati sponsorizzano finti pacchetti di streaming IPTV. Una volta ricevuti soldi dagli utenti, costoro non elargiscono alcun genere di servizio.

Lo streaming illegale IPTV in alcuni casi si lega anche alla famosa tecnologia dei canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.