phishing, email, truffa

Le email di phishing minacciano costantemente gli utenti. Nella maggior parte dei casi finiscono direttamente nella cartella SPAM dei client email. Tuttavia, alcune volte, riescono a superare i filtri e finire tra i messaggi attendibili.

In questi casi, potrebbero sorgere alcuni problemi in quanto il loro obiettivo è ingannare gli utenti e farli cadere nella trappola. Infatti, i truffatori promettono sempre facili guadagni con investimenti in Bitcoin, ma in alcuni casi scelgono un approccio più tradizionale.

Un nostro lettore ci ha segnalato una email di email di phishing che un sapore retrò grazie ad un approccio non più in voga da qualche tempo. Nel messaggio si legge che il responsabile di una banca non meglio precisata ha trovato il conto appartenuto ad un nostro parente defunto.

 

Ecco la nuova email di phishing dal sapore retrò

I fondi presenti sul conto sono bloccati e la banca vuole a tutti i costi trasferirli al destinatario dell’email in quanto erede diretto. Si tratta di un grande classico delle email di phishing ma non per questo meno efficace. Di seguito riportiamo il messaggio per intero per renderlo facilmente riconoscibile a tutti gli i nostri lettori:

Lavoro come capo dell’amministrazione all’interno del team di gestione dei conti della nostra banca. Durante l’esecuzione di un nuovo sistema bancario digitale, ci siamo accorti che un membro defunto della tua famiglia ha ancora un account attivo con la nostra banca, contenente fondi per una quantità significativa.
Siamo tenuti per legge a trasferire i fondi a qualsiasi membro della famiglia sopravvissuto come beneficiario dell’account del defunto. Per favore rispondi al più presto possibile in modo che io possa inviarti i dettagli per mettere in moto questo processo.
Saluti