monete rare

Una moneta rara con un valore nominale di pochi centesimi sara venduta ad oltre 300.000 euro: fu coniata a metà del 17° secolo nel New England e oggi  potrebbe essere venduta per centinaia di migliaia euro quando sarà messa all’asta a Londra il mese prossimo.

La moneta d’argento da uno scellino prodotta a Boston nel 1652 ed è considerata il miglior esempio delle circa 40 monete di questo tipo conosciute ancora esistenti. E’ stata recentemente trovata nel Regno Unito all’interno di una scatola di caramelle contenente centinaia di monete più vecchie, secondo quanto detto dal banditore Morton & Eden Ltd., in una dichiarazione mercoledì.

James Morton, lo specialista di monete del banditore, ha definito la moneta del New England la “stella della collezione”.

“Non potevo credere ai miei occhi quando mi sono reso conto che si trattava di un eccellente esempio di uno scellino del New England”, ha detto in una nota.

La Corte Generale del Massachusetts nel 1652 nominò Hull e il suo assistente, Robert Sanderson, come maestro di zecca di Boston, responsabili della produzione della prima moneta d’argento del Nord America. La zecca, considerata un tradimento dal re Carlo II, fu chiusa nel 1682, secondo la dichiarazione.

La moneta dal disegno rudimentale ha le iniziali NE per New England da un lato e il numero romano XII, per 12, il numero di centesimi in uno scellino, dall’altro.

Una storia che aumenta il valore intrinseco

Jim Bailey, un esperto di monete e metal detector a Warwick, Rhode Island, che ha fatto scalpore all’inizio di quest’anno portando alla luce monete d’argento del XVII secolo ritenute legate al famigerato pirata inglese Henry Every, ha definito lo scellino britannico “una scoperta fenomenale”.

“La moneta ha un enorme fascino per gli appassionati”, ha detto Bailey mercoledì. “Poiché esistono solo circa 40 monete di questo tipo, questo esemplare può essere definito il più bello conosciuto”.

La moneta è stata consegnata al banditore da Wentworth “Wenty” Beaumont, il cui padre l’ha trovata in una scatola di latta nel suo studio nella tenuta di famiglia nel nord dell’Inghilterra.

L’antenato di Beaumont, William Wentworth, fu uno dei primi coloni del New England che si pensa sia arrivato nel 1636 e probabilmente ha ottenuto la moneta nuova. I Wentworth divennero una famiglia importante nel New Hampshire.

“Posso solo supporre che lo scellino sia stato riportato dall’America anni fa da uno dei miei antenati”, ha detto Beaumont in una nota.

L’asta online, che include molte altre prime monete americane, è prevista per il 26 novembre.