Huawei @Milan Games Week_Favij

Huawei è recentemente entrata nel mondo del gaming con il lancio sul mercato di diversi prodotti e servizi dedicati ai videogiocatori, e per dimostrare il suo impegno verso questo settore ha accolto oggi Favij presso il proprio stand alla Milano Games Week 2021. 

Lorenzo Ostuni, in arte Favij è il più noto e seguito creator e gamer del panorama italiano con oltre 10 milioni di follower sparsi tra le varie piattaforme social. 

Oggi lo abbiamo incontrato insieme i suoi fan allo stand Huawei, dove abbiamo scambiato quattro chiacchiere parlando dei suoi progetti futuri.

L’intervista

Parliamo dei tuoi albori e della tua scelta artistica: qual è stata la motivazione che ti ha spinto ad iniziare su Youtube, e come si è evoluto il tuo percorso da Creator nel corso degli anni?

Favij: “Io ho iniziato perché mi divertivo, e lo faccio ancora adesso, è cominciato tutto come hobby e nel tempo si è evoluto in qualcosa di più, ma la costante è il divertimento, lo faccio in primis perché mi devo divertire. Anche per il film, ho provato a fare un’esperienza che potesse formarmi dal punto di vista lavorativo ma allo stesso tempo che potesse divertirmi.”

Come è nata questa voglia di provare ad interpretare un personaggio su grande schermo? Hai forse sentito l’esigenza di estraniarti dal semplice ruolo di YouTuber? 

“Questo e anche per il fatto che comunque ormai il mio personaggio spazia in settori completamente differenti da Youtube, infatti tra film e doppiaggi posso definirmi più un creator che uno YouTuber.”

Nonostante questo, Youtube resta ovviamente un punto di riferimento

“Si, Youtube resta la mia casa ed ho sempre continuato a portare contenuti sulla piattaforma dove sono nato perché mi diverte, ed il consiglio che do ai ragazzi oggi è di perseverare, perché quando io ho iniziato non si diventava subito conosciuti, ed è per questo che è nato come hobby, come una forma d’arte, considera anche che all’inizio non si guadagnava molto. Nonostante questo, non mi sono mai costretto a dover creare per forza contenuti, il mio è stato un percorso nato per intrattenermi a casa, al posto dei puzzle o del fai da te”

Quindi ritornando al discorso del cinema, hai qualche altro progetto che bolle in pentola che vuoi svelarci in anteprima?

“Eeeh non posso dire niente, ma posso anticipare che ci sono tanti progetti e idee che si concretizzeranno nel futuro e che stiamo valutando.”

Hai mai pensato invece di passare su Twitch un giorno? Magari ritornando in grande stile con i gameplay, ci sono molti fan a cui manca questo Favij.

“Ma in realtà io ho sempre continuato a seguire quello che mi piaceva, anche se adesso i gameplay non sono proprio il tipo di video che vorrei portare come contenuto, anche perché lo fanno tutti e mi sento un po’ forzato a portarli. Tutto quello che la gente vede che faccio, è perché mi sto divertendo a farlo. Quando mi sento dire: Favij perché non fai questo? E’ perché non mi sento stimolato a portare quel tipo di contenuto, anche a discapito dei numeri.”

“Stesso discorso si applica a Twitch ovviamente, non mi piace dover portare quotidianamente dei contenuti che a lungo andare inizierebbero a stancarmi, anche se questa porta non è completamente chiusa, in futuro vedremo.”

Cosa ne pensi della questione degli influencer su TikTok? Ci sono molte persone che stanno attaccando questa nuova piattaforma incriminando soprattutto i guadagni che ne derivano.

“Beh da quando faccio questo lavoro siamo sempre stati un po attaccati, e penso di parlare a nome di tutta la categoria. Il mondo dei creator è sempre stato criticato perché non capito, almeno in Italia, perché negli altri paesi sono molto più avanti. Fortunatamente in questo periodo un po di meno, forse avranno capito che esiste un mondo oltre il semplice video su Youtube o qualsiasi altra piattaforma. Ognuno è arrivato dove è grazie alle proprie forze e non si può giudicare l’operato di una persona senza sapere il duro lavoro che c’è dietro un video.”

Un’ultima domanda: che consiglio vorresti dare a tutti i ragazzi che si cimentano per la prima volta in questo mondo?

“Ragazzi divertitevi a fare quello che fate perché senza di quello non c’è niente, poi tutto il resto arriva di conseguenza. Questa è l’unica cosa che dico sempre perché per me senza il divertimento, non ne vale la pena, è proprio la base da cui partire.”

Un fine settimana ricco di eventi ed ospiti

Finita l’intervista Lorenzo si è successivamente cimentato in una sfida a Saint Seiya Awakening: Knights of the Zodiac (Cavalieri dello Zodiaco) e Asphalt 9: Legends insieme i suoi fan. E dopo aver provato i nuovi device Huawei, ha incontrato i suoi fan in un Meet&Greet durato diverse ore.

Oggi alle ore 15:00 saranno presenti altri creator come: JustGaBBo, Delux e Frenezy che sfideranno gli zombie di Back 4 Blood e commenteranno insieme ai fan le performance dei device Huawei.