pfizer-miocarditi-effetto-collaterale-vaccino

Nel corso delle prossime settimane partirà definitivamente una nuova fase per la campagna di immunizzazione contro il Covid, quella relativa alle terza dosi di vaccino Pfizer. Tanti cittadini saranno chiamati ad effettuare la cosiddetta dose “booster”, anche per contrastare un tuttora relativo ma costante aumento dei contagi.

 

Pfizer, entro Natale la terza dose per gran parte degli italiani

La campagna per le terze dosi di Pfizer è già partita in Italia lo scorso mese di Settembre. In base ai protocolli siglati dal Ministero della Salute, la priorità è stata garantita ai cittadini malattie pregresse, ma anche agli anziani ed i residenti nelle RSA. La scelta fatta con la terze dosi è stata quindi speculare a quella dei primi mesi dello scorso anno, con la priorità di difendere coloro che sono più esposti alle forme gravi di un possibile contagio.

Le somministrazioni con Pfizer continueranno ben presto anche con la protezione per il resto della popolazione. Con l’EMA che ha già approvato la dose “booster” per tutti gli over 18, il Governo ha deciso di accettare anche su questo fronte.

Come comunicato dal Ministero della Salute, Roberto Speranza, la fascia di popolazione tra i 60 anni ed i 40 anni potrà ricevere la terza dose di Pfizer già nel mese di Dicembre. Anche in virtù della prossima stagione natalizia, l’esecutivo si augura un nuovo impegno dei cittadini. L’obiettivo è contrastare la ripresa della circolazione della variante Delta in Europa: la mutazione del virus si conferma infatti molto più infettiva rispetto alle precedenti forme del patogeno.