Uno dei servizi telematici che negli ultimi anni ha assunto un’importanza sostanzialmente assoluta è senza alcun dubbio SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale, il quale consente di effettuare un accesso autenticato presso le piattaforme digitali di tutte le agenzie governative e anche sulle pagine personali delle piattaforme universitarie.

Accedere a questo servizio è una procedura abbastanza semplice che passa però da una procedura obbligata, il riconoscimento di chi sta registrando la propria identità, un servizio che molti providers offrono in svariate modalità, online e fisiche, a pagamento, strada che però Poste non aveva deciso di intraprendere, offrendo diverse modalità online gratuite e una di riconoscimento di persona anch’essa gratuita.

A quanto pare però qualcosa sta per cambiare, stando alle ultime indiscrezioni infatti, il riconoscimento di persona presto sarà a pagamento.

 

Una scelta che penalizza chi non ha dimestichezza col PC

A quanto pare stando così le cose presto il riconoscimento di persona presso Poste Italiane, avrà un costo di 12 euro, una scelta che certamente non farà piacere a molti, dal momento che spesso questa opzione era adoperata da coloro non molto a loro agio con il PC e con i metodi di riconoscimento online, si perchè i costi degli altri metodi resteranno invariati, ovvero zero.

Si tratta di una scelta che indubbiamente andrà a penalizzare la fascia di utenza più anziana, andando a porre una condizione, scegliere se pagare il riconoscimento di persona oppure rinunciare a SPID, con quest’ultima opzione decisamente poco papabile vista la profonda integrazione di SPID con tutta l’infrastruttura digitale italiana.