L’ente nazionale che gode di Maggiore popolarità nel nostro paese è senza alcun dubbio posteitaliane, l’agenzia vestita di giallo infatti ha conquistato negli anni una platea di clienti a dir poco assoluta, rimasti ammaliati dalla profonda integrazione dei servizi offerti con l’infrastruttura del nostro paese e anche dei costi di gestione decisamente accattivanti.

Questo contesto a tratti e digli ago soffre però di un lato oscuro di Bari iniezioni, spesso infatti il nome autorevole di poste, viene adoperato da truffatori e malintenzionati per portare avanti campagne di phishing ai danni dei clienti, il buon nome della signora in giallo infatti viene adoperato per accaparrarsi la fiducia di chi legge e portarlo a consegnare inavvertitamente i propri dati sensibili.

 

Sms di phishing poste italiane

Come potete ben leggere le sms che molti ci stanno segnalando ribadisce il concetto e, all’interno di quest’ultima infatti viene avvisato l’utente è un’anomalia registrata sul conto BancoPosta la quale va risolta effettuando l’accesso presso un apposito link.

Quel link che rimanda però ad una falsaria clienti di poste italiane la quale ricalca fedelmente il design del sito ufficiale solo che è, una volta e recitata le vostre credenziali, respira al creatore della truffa consentendogli di accedere all’internet banking della vostra carta.

Il consiglio e ovviamente quello di avere un più scettico e badare i dettagli, dal momento che poste non usa banali sms caserecci e poco chiari per comunicare, bensì si avvale di canali certificati con il telefono ho la PEC, non fatevi ingannare poi te le conseguenze possono essere davvero drammatiche.