pfizer

Il Ministero della Salute è impegnato già in queste settimane, anche in virtù di un pericolo nuovo ondata di Covid, con la campagna delle terza dosi di vaccino Pfizer. Dopo aver raggiunto più dell’80% dei cittadini sia con la prima che con la seconda dose, la campagna di immunizzazione si concentra sul cosiddetto richiamo “booster”.

 

Pfizer, i tempi per la terza dose ai cittadini italiani

Già centinaia di migliaia di italiano hanno ricevuto la terza dose di Pfizer. Come da protocollo del Ministero, la priorità è stata data ai cittadini che avevano malattie pregresse, così come per gli anziani ed i residenti nelle RSA. La terza dose ha riguardato anche alcune categorie specifiche, come gli operatori sanitari, ed a breve sarà disponibile anche per il personale docente per scuola ed università.

Per il proseguo della stagione autunnale e invernale, è previsto anche il progressivo coinvolgimento del resto della popolazione. L’ente regolatorio europeo per i farmaci, l’EMA, ha già dato il suo via libera alla somministrazione della terza dose di Pfizer per tutti i cittadini over 18 che già hanno completato il primo ciclo. Al tempo stesso, anche il Ministero della Salute e l’AIFA hanno dato loro opinione positiva a riguardo.

Le attuali tempistiche prevedono la disponibilità della terza dose di Pfizer per tutta la popolazione italiana già a partire dal prossimo mese di Dicembre. Il richiamo “booster” è di forte aiuto, stando alle analisi della comunità scientifica, per contrastare l’avanzata della variante Delta è molto più infettiva e può portare a forme più aggressive di malattia in caso di contagio.