Covid: parte ufficialmente il movimento "Si Vax", ecco in cosa consiste

Parte da Trieste la nuova iniziativa che andrà a contrastare le rimostranze più volte visto in Italia da parte dei cosiddetti “No Vax” e “No Green Pass“. Nasce dunque il movimento “Sì Vax“, il tutto attraverso Change.org.

L’obiettivo è far capire che questa città non è assolutamente in balia dei negazionisti, lanciando dunque una nuova raccolta firme che servirà a smentire quanto fino ad ora hanno inculcato gli stessi negazionisti e i portuali. Le adesioni sono tantissime, oltre 40.000 in poche ore con un aumento continuo. L’obiettivo è quello di rimettere in bella vista la città di Trieste, proprio come dice l’avvocato Tiziana Benussi: “Trieste è scienza, lavoro, cultura e responsabilità”. 

 

Covid, arrivano i “Sì Vax”: ecco il movimento che contrasta i negazionisti

Questo è quanto scritto all’interno della petizione lanciata attraverso Change.org:

“Nelle settimane scorse  la nostra città è tata teatro di manifestazioni contro il Green pass: da qui è nata l’idea che Trieste sia la capitale italiana dei no vax, dei no Green pass e della cultura antiscientifica.Trieste non è questo. E vuole dirlo a gran voce. Trieste è la capitale italiana della scienza e della scienza si fida. È una città che ha sofferto a causa di una pandemia che ha stroncato troppe vite, ha fatto soffrire tante persone e ha depresso l’economia”. 

Il vaccino ci restituisce la libertà. La libertà di essere curati. La libertà di lavorare e di fare impresa. La libertà di studiare in classe e nelle università. La libertà di coltivare i propri interessi e di riprendere una vita sociale. La libertà di fare sport e di viaggiare. Chi combatte contro i vaccini e contro il green pass non deve mettere in pericolo queste libertà e la salute dei cittadini; non può danneggiare l’economia“.