Truffa Intesa Sanpaolo: conti svuotati e utenti privati dei for risparmi, ecco comeCapito ormai sempre più spesso agli utenti di ritrovarsi di fronte a situazioni veramente al limite. Queste riguardano sempre il rapporto con il web, durante una semplice giornata in cui si utilizza Internet non sapendo di potersi trovare ad affrontare qualcosa di molto pericoloso.

Arrivano messaggi, e-mail o semplicemente delle catene mediante le chat di messaggistica istantanea, tutti aspetti che possono risultare determinanti. Spesso si tratta di phishing, una pratica dei truffatori che lascia credere al pubblico che il messaggio in arrivo provenga dal proprio istituto bancario. Ad essere colpiti questa volta sono i principali colossi, tra cui anche Banca Intesa Sanpaolo. Ovviamente la colpa non è da attribuire alla banca ma all’ingenuità degli utenti che si sono lasciati ingannare dal messaggio, il quale risulta anche ben fatto.

 

Banca Intesa: il messaggio non proviene dalla banca, ecco il tentativo di phishing

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .