intesa-sanpaolo-come-farsi-risarcire-in-caso-di-truffa-online

Continuano gli attacchi hacker svuota conto che prendono di mira, attraverso finti SMS, email o telefonate Call Center, i clienti di alcuni degli istituti di credito più famosi in Italia. Purtroppo cadere in queste trappole non è poi così difficile, soprattutto se non si è così esperti di cybersicurezza e frodi quali phishing, smishing e vishing. Ad ogni modo, se anche voi siete caduti vittima di una delle truffe online realizzate ai danni dei correntisti Intesa Sanpaolo, ecco come farsi risarcire.

 

Intesa Sanpaolo: cosa fare se ti hanno svuotato il conto corrente

Purtroppo cadere vittima delle truffe online, se si ha un servizio Home Banking attivo con Intesa Sanpaolo, è quasi all’ordine del giorno. Infatti è facile credere a un SMS che ci avvisa di un accesso anomalo. Lo stesso vale per una email che ci sollecita l’aggiornamento dei nostri dati personali per intensificare la sicurezza del nostro conto corrente. Che dire di un operatore Call Center che si offre come prezioso aiuto per evitare un bonifico da poco eseguito non certo da noi?

Peccato che, in ognuno dei casi, si tratti di strategie criminali ben realizzate che sembrano proprio provenire da Intesa Sanpaolo. In realtà, dietro ognuna di queste e di altre simili, si celano cybercriminali esperti pronti a tutto pur di svuotare il conto corrente della potenziale vittima. Come, nel caso qualcuno fosse caduto nella trappola, recuperare il maltolto?

 

Un caso reale insegna

Ce lo insegna un caso reale di frode ai danni di una signora che si è vista prosciugare i risparmi di una vita a causa di un attacco smishing, prima, e vishing, poi. Cliente di Intesa Sanpaolo, pensava che sia l’SMS, sia la chiamata Call Center provenissero dalla nota banca. Anche perché stile comunicativo e numero di telefono corrispondevano a quelli ufficiali. Ecco come ha descritto la vicenda l’avvocato Vito Cimiotta che sta seguendo legalmente la povera vittima:

Le indagini contro ignoti stanno proseguendo per l’individuazione dei soggetti responsabili, non abbiamo capito bene perché l’istituto bancario ha rimborsato solo una parte del denaro che in un primo momento sembrava prelevato dalla mia cliente ma che abbiamo dimostrato essere estranea e casomai vittima di una truffa. Terminate le indagini che speriamo portino all’individuazione del soggetto che ha commesso la truffa, decideremo come costituirci per l’eventuale risarcimento dei danni“.

In poche parole tutti i clienti Intesa Sanpaolo con conto corrente attivo sono in pericolo. Questi attacchi subdoli rischiano di rovinare gli utenti che cadono nella trappola delle truffe online che, dobbiamo dirlo, sono realizzate sempre meglio.