stranger thingsNetflix mette sempre a disposizione degli show di grandissimo livello che riescono anche a fare un gran successo. Questo è il caso di Squid Games ad esempio, la nuova serie TV che è riuscita a stregare praticamente tutto il mondo. Ovviamente però Netflix non dimentica che ci sono ancora tantissime serie TV che devono ancora fare il loro corso, e sembra ombra di dubbio una di queste è Stranger Things, la quale si è fermata a causa del Covid e che tornerà nel 2022.

Anche se il cast ha avuto tante difficoltà, non si è praticamente mai smesso di parlare della quarta stagione della serie che, secondo molti, sarà senza ombra di dubbio la migliore mai prodotta. Ci sono state varie anticipazioni per quanto concerne la serie da parte di tantissimi personaggi, ma quelle che hanno fatto più clamore sono state quelle di David Harbour, ossia lo sceriffo Hopper nella serie.

Ormai è sicuro che il personaggi non è morto e ritornerà nella quarta stagione dopo che è stato rapito dai russi nella terza. L’attore statunitense ha rilasciato alcune dichiarazioni molto interessanti ad un incontro del Comi Con di New York davvero molto interessanti. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Stranger Things 4: quale sarà la fine dello sceriffo della serie TV?

Tramite questa e anche le altre interviste che sono state fatte ad Harbour, abbiamo compreso che ci sono dei retroscena molto interessanti concernenti la nuova stagione di Stranger Things. Infatti, mediante il primo teaser rilasciato dalla piattaforma californiana, si è capito che Hopper era ai lavori forzati in un paesaggio della Russia, e questo faceva chiaramente intendere che era stato catturato ed ormai parecchio lontano da Hawkins.

In più, l’attore ha rivelato che lo show si andrà a snodare su più archi temporali e che il tutto andrà a far riferimento a nuovi film, come ad esempio La grande Fuga e Alien 3. Per concludere, Harbour ha confermato che lo sceriffo Hopper farà qualsiasi cosa pur di tornare a casa, ma sarà davvero un’impresa.