Postepay: cosa si rischia con i messaggi phishing, intanto eccone uno

Diventerò sempre più difficile identificare le truffe che ogni giorno arrivano sui nostri smartphone. Infatti, proprio per questo, le filiali e le varie banche stanno facendo di tutto pur di insegnare ai propri utenti cosa significa un tentativo di phishing.

In questo caso i più colpiti sono coloro che hanno una Postepay, la carta più diffusa di tutte. Purtroppo l’ingenuità può giocare brutti scherzi, soprattutto quando i messaggi truffa sono molto simili alle comunicazioni ufficiali da parte delle banche. L’obiettivo è quello di farvi cliccare sui link e di farvi concedere i vostri dati personali in modo da poter accedere ai vostri conti.

 

Postepay: questa volta il messaggio phishing è letale, ecco alcune indicazioni

Il messaggio in basso è quello di cui si parlava poco prima. Bisogna semplicemente ignorare qualsiasi link presenti al suo interno, per cui averlo sullo smartphone non è di per sé un problema.

Gentile cliente (nome e cognome),

Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto Postepay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate.

Questa misura è stata presa perchè hai ignorato la nostra precedente richiesta di effettuare la verifica obbligatoria del tuo profilo Online Banking.

Prima che riabilitiamo l’uso della tua carta abbiamo bisogno che ci confermi la tua identità compilando una serie di dati già inseriti sul nostro sito al momento della tua registrazione sul portale di Intesa.

Ti invitiamo a cliccare sul bottone seguente e seguire le indicazioni.

PROCEDI

Tieni presente che l’accesso ai servizi Intesa (tra quali, prelievi e pagamenti) e il loro utilizzo sono limitati finchè l’aggiornamento non viene effettuato correttamente.

Rimaniamo a tua disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento e informazione!