Monete preziose: e se vi dicessimo che basta 1 euro per guadagnare cifre folli?

Quante volte vi sarà capitata tra le mani quella moneta diversa dalle altre, che non avete utilizzato appositamente perché “potrebbe valere molto“? Sicuramente spesso. Il bello però viene soprattutto nel momento in cui si è in cassa e l’unico spicciolo disponibile è quello prezioso. “La cambio oppure poso tutta la spesa?”: questi e molti altri dubbi sorgono in un decimo di secondo. Ma perché dover arrivare a prendere una decisione affrettata, quando è possibile saperlo fin da subito? Non dovete ringraziarci, questo è per voi. Ecco l’elenco completo delle monete preziose da non cambiare per nessuna ragione al mondo.

Monete preziose: controllate bene il vostro portamonete

Tra le monete preziose da un euro, è possibile trovare quella di:

  • Andorra del 2015, 2017 e 2018;
  • Austria con Wolfgang Amadeus Mozart, 2ª serie dal 2008 in poi e 1ª serie dal 1999 al 2006;
  • Belgio degli anni 2000, 2001, 2005, 2006 (m anche alcune del 2007, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017);
  • Cipro del 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018;
  • Estonia del 2016;
  • Finlandia, 2ª serie dal 2013 al 2018;
  • Francia del 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018;
  • Germania del 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018 con segno A oppure D oppure F, G o J.

Monete preziose: l’elenco non finisce qui

  • Grecia dal 2012 al 2018;
  • Irlanda del 2016 e del 2017;
  • Lettonia del 2015 e 2018;
  • Lituania del 2018;
  • Lussemburgo del 2017 e 2018;
  • Malta del 2011, 2012, 2013, 2014, 2015;
  • Principato di Monaco del 2004, 2006, 2009, 2011, 2013, 2017;
  • Olanda del 2016, 2017, 2018;
  • Portogallo del 2012 e del 2013;
  • Repubblica di San Marino del 2003, 2005, 2007, 2008, 2011, 2012, 2016;
  • Slovacchia dal 2010 al 2018;
  • Città del Vaticano del 2002, 2003, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018

Inoltre, tenete bene a mente che il valore dipende dalla tiratura e dalla reperibilità. Per tiratura si intende il numero di monete emesse in circolazione dalla zecca dello Stato (in molti casi assistiamo a tirature di 3, 4 o 5 milioni e oltre). Tutto è legato ad errori di conio, modalità di emissione, Stato che li emette, euro commemorativi.