Le piattaforme concorrenti a WhatsApp sono aumentate nel corso di questi ultimi mesi. Ovviamente le principali rivali della chat di messaggistica istantanea sono ancora Telegram e Signal che, costantemente, stanno ampliando il loro numero di iscritti. Al tempo stesso, però, WhatsApp deve guardarsi bene anche da Zoom, Microsoft Teams e Google Meet, servizi che durante la stagione pandemica hanno avuto una crescita esponenziale.

 

WhatsApp, i nuovi upgrade per le videochiamate online

Zoom, Microsoft Teams e Google Meet hanno consolidato il loro successo principalmente grazie ai servizi per le riunioni a distanza. Durante le fasi più dure della pandemia, tantissime persone si sono affidate a queste piattaforme per le loro attività inerenti lo smart working o anche la didattica online. 

Le riunioni a distanza rappresentano anche nella società post Covid un grande punto fermo nel campo della messaggistica e delle comunicazioni online. Per questa ragione, gli sviluppatori di WhatsApp non vogliono perdere terreno e pensano ad una novità che interesserebbe, almeno per ora, il servizio desktop WhatsApp Web.

I tecnici stanno sperimentando e studiando una funzione per ampliare lo strumento delle riunioni virtuali proprio su WhatsApp Web. L’idea attuale sarebbe quella di una completa rivoluzione per l’attuale sistema delle videochiamate. Rispetto alle norme vigenti, gli utenti potrebbero comunicare con un numero superiore di partecipanti ed avrebbero a loro disposizione anche spazi di lavoro per la condivisione istantanea dei contenuti.

La presenza di questo servizio di WhatsApp sarebbe strategica per allargare il margine della chat da Telegram o Signal. Anche in termini di popolarità, tale strumento sarebbe necessario per fidelizzare ancor di più il pubblico.