criptovalute

L’ente regolatore del Regno Unito, ossia la Financial Conduct Authority, è approdata sia su YouTube che addirittura su TikTok per riuscire a convincere i giovani che investire in criptovalute è un’attività del tutto errata. Con il miglior tasso di risparmio dello 0,86% e un tasso di inflazione previsto di almeno il 5% entro il mese di dicembre, che andrà a distruggere immediatamente il potere d’acquisto delle loro sterline in banca, i giovani stanno cercando di trovare un posto dove andare a posare i loro risparmi in modo che possano riuscire a rendere.

Di fatto, è il mercato azionario quello in cui spesso si investe per riuscire a guadagnare qualcosa in più rispetto all’inflazione. In base ai dati di Goldman Sachs, pare che il mercato azionario britannico abbia reso in media il 9,2% negli ultimi 10 anni. Anche se, comunque, per la maggior parte dei giovani, questo mercato non è semplice da capire, quindi non è un investimento semplice.

 

Criptovalute: anche gli investimenti che propone l’ente regolatore non sono così “sicuri”

La Financial Conduct Authority (FCA) non sta infatti andando a consigliare una vera e propria incursione nei mercati azionari ma sta comunque suggerendo agli investitori del Regno Unito di investire in mercati regolamentati e che, in caso di fallimento, la protezione del loro investimento arriverò a 85mila sterline. Ciò che non dice la FCA è però che se c’è un vero e proprio fallimento sistemico in più banche in contemporanea, il fondo salvataggio non potrà coprire il tutto.

Ritornando alle criptovalute, siamo assolutamente d’accordo che ce ne sono alcune su cui è difficile investire, ma ce ne sono altre sicuramente più sicure come Bitcoin ed Ethereum, oltre ad altre che hanno del vero e proprio potenziale.