vaccini-calendario-completo-per-regione-chi-quando-richiedere-terza-dose

In tutta Italia si è già dato il via all’inoculazione della terza dose di vaccini per alcuni soggetti a rischio. Tuttavia, ogni Regione si sta organizzando al meglio per estenderla non solo agli over 60, ma anche a chi lavorativamente parlando si trova più a rischio contagio. Questo articolo potrebbe rivelarsi davvero utile. Scopriamo insieme il calendario completo di chi e quando, per Regione, può richiedere la terza dose dei vaccini anti Covid-19.

 

Vaccini: al via la terza dose con un calendario completo Regione per Regione

Ormai è sicuro, tutti gli ultrasessantenni possono fare richiesta per prenotare la loro terza dose dei vaccini. Tuttavia la calendarizzazione è differente da Regione a Regione. Vediamo ora il calendario completo consultabile facilmente.

  • Nella Regione Lazio tutti gli over 60 possono richiedere la terza dose dei vaccini anti Covid-19 già dal 10 ottobre e insieme a loro anche il personale sanitario.
  • In Basilicata invece l’inoculazione è iniziata un giorno dopo, l’11 ottobre sempre per gli over 60, ma estesa anche ai soggetti più fragili.
  • Segue poi la Puglia che ha dato l’ok per la terza dose dei vaccini il 13 ottobre.
  • Invece, per quanto riguarda Marche e Toscana, l’inoculazione della terza dose per gli ultrasessantenni è iniziata dal 16 ottobre.
  • Continuiamo con la Regione Piemonte che due giorni dopo ha dato il via alla terza dose e più precisamente il 18 ottobre. Prenotazioni disponibili solo per gli over 60.
  • Liguria e Friuli-Venezia-Giulia si sono date uno stacco di un giorno, rispettivamente il 21 e il 22 ottobre sempre per la stessa fascia di età delle precedenti Regioni.
  • Via libera per tutte le altre Regioni tranne Trento e Calabria che hanno reso disponibile la terza dose dei vaccini solo per gli over 80. Così anche Abruzzo e Umbria.
  • Concludiamo con Campania e Valle d’Aosta. Per la prima, il presidente De Luca ha fatto sapere che non inoculeranno per fascie d’età, bensì seguendo la stessa disposizione iniziale per i vaccini: anziani, persone fragili e poi il restante della popolazione. Per la seconda, invece, saranno le ASL a convocare i cittadini per l’inoculazione della terza dose.

Intanto dall’ISS arrivano chiarimenti su chi si può esonerare dai Vaccini anti Covid-19.

FONTEMoney.it