vodafoneVodafone non solo ha intenzione di sorprenderci con delle tariffe sempre vantaggiose, ma ora ha lanciato un nuovo progetto molto interessante. Infatti, la compagnia britannica ha ufficialmente deciso di fornire ai clienti le nuove Eco-SIM, le quali saranno di dimensioni dimezzate e realizzate in plastica riciclata, così da andare a sostituire progressivamente le SIM prodotte ora in plastica vergine.

Le Eco-SIM saranno introdotte in tutti e 12 mercati europei di Vodafone, oltre che in Sudafrica, Turchia ed Egitto. In questo modo si andrà a ridurre sensibilmente quello che è l’impatto ambientale e si cercherà di salvaguardare nella miglior maniera possibile l’ambiente. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

Vodafone: la compagnia ci tiene molto all’ambiente

Il fatto che Vodafone sia andata ad introdurre nel mercato le Eco-SIM ha fatto sì che si venisse ad eliminare la necessità di produrre annualmente 320 tonnellate di plastica vergine, on un risparmio potenziale stimato di 1.280 tonnellate di CO2 ogni anno.

Nonostante Vodafone vada già ad offrire le eSIM – ossia le SIM digitali compatibili con un numero di dispositivi sempre maggiore – la parte più grandi dei clienti di telefonia mobile va a richiedere ancora una scheda SIM fisica per il proprio smartphone. Esigenza che, però, pare che a breve non si avrà più.

A partire dal 2020, Vodafone ha deciso di eliminare tutta la plastica inutile e gli articoli monouso in tutti i suoi negozi e uffici. Inoltre, la società a ritirato i sacchetti di plastica monouso e ha rimosso o limitato l’utilizzo di materiali promozionali o di marketing in plastica, sostituendoli con alternative che abbassano l’impatto ambientale di molto.