dvb-t2Ormai mancano pochissime ore allo switch-off alla codifica MPEG-4 per quanto concerne alcuni canali Mediaset e Rai. In questo articolo continueremo a discutere circa questo importante cambiamento che andrà a coinvolgere davvero a breve tutta la televisione italiana, soffermandoci nel dettaglio sulla compatibilità. Considerando che avete fatto il test della di compatibilità del vostro televisore al DVB-T2, nel caso in cui avete capito che la vostra TV non è compatibile, non è necessario andare ad acquistare necessariamente un nuovo apparecchio, nonostante sia stato messo a disposizione dal governo il bonus TV da ben 100 euro per la rottamazione di un vecchio apparato. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

DVB-T2: come risolvere i problemi di incompatibilità

Il Ministero dello Sviluppo Economico, infatti, va a ricordare a tutti che se il televisore non è in grado di agganciare il nuovo segnale televisivo DVB-T2 o la codifica, sarà necessario semplicemente andargli ad agganciare un nuovo decoder. In questo modo, non sarà la TV ad agganciare i nuovi canali ma il decoder che, a sua volta, andrà a indirizzare alla televisione il tutto, usando un ingresso HDMI o la presa scart per le TV più vecchie.

Nel caso in cui volete abbandonare definitivamente il digitale terrestre per andare ad abbracciare il satellite, è comunque valida l’alternativa di Tivùsat, la quale va a richiedere una parabola ben indirizzata e un decoder. Nel caso in cui volete capire se è necessario cambiare la TV o solamente il decoder per il nuovo swtich-off, è possibile seguire una guida che trovate online.