Postepay: nuova truffa contro gli italiani, conti svuotati improvvisamente

Ma storia del mondo Postepay è da attribuire a svariati anni fa, quando chi voleva risparmiare sottoscriveva la celebre carta. Oggi si tratta della più diffusa in Italia, motivo per il quale i truffatori continuano ad utilizzare il suo nome all’interno dei messaggi phishing da diffondere.

Sono arrivati più volte messaggi che sembrano provenire da Poste Italiane, che invece non c’entra proprio nulla. L’obiettivo dei truffatori è quello di ottenere le credenziali di accesso, facendo credere agli utenti magari di averle perse e quindi di doverle recuperare. Anche oggi infatti arriva un nuovo messaggio molto pericoloso per tutti.

 

Postepay: clamorosi i rischi che si corrono con il nuovo tentativo di phishing, ecco il messaggio

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .