fine del mondo

La popolazione mondiale sta continuando ad avere paura con il passare dei mesi a causa di voci sempre più insistenti che riguardano la fine del mondo. Queste profezie, di fatto, continuano a circolare sul web e l’ansia tra le persone è in crescita giorno dopo giorno. Cosa spinge esattamente le persone a credere a profezie prive di fondamenta chiare? Ovviamente, non sono stati di aiuto eventi spiacevoli come quelli riguardanti il Covid-19 o, ancora più recente, la notizia di una possibile tempesta solare.

Da questo si intuisce che la massa va a seguire determinate credenze proprio a causa di emozione negative che le vengono trasmesse mediante mass media o giornali. Alcune profezie hanno fatto il giro del mondo e di ogni testata giornalistica, andiamone a scoprire di seguito 2 in particolare.

Fine del mondo: le due profezie che generano paura

È ovviamente obbligatorio andare a parlare di una profezia che ha fatto davvero parlare tutto il mondo e soprattutto ha fatto il giro di ogni post su Facebook nel 2012. Stiamo parlando della famosa fine del mondo dei Maya, i quali dicevano che il mondo si sarebbe spento il 21 dicembre del 2012. Solamente che, i suddetti, hanno ritrattato la data, dicendo che ora il tutto dovrebbe accadere lo stesso giorno, ma nel 2021.

Un’altra profezia da tenere in considerazione che è stata portata avanti per anni è quella di Michel de Notre-Dame, anche conosciuto come Nostradamus. Il suddetto aveva predetto nei suoi manoscritti antichi che nel 2021 ci sarebbero state delle catastrofi gravi per tutta l’umanità.