fine del mondo

Le profezie riguardo la “fine del mondo” continuano a spaventare milioni di persone nel mondo che, purtroppo, si fanno coinvolgere da queste predizioni alquante strambe. Infatti, tutto questo non fa altro che mettere paura e ansia che, alla lunga, non ci fa vivere sereni. Molti si chiedono: cos’è esattamente che spinge le persone a credere in tutto questo? Una spiegazione su tutte è di sicuro la pandemia da Covid-19, la quale ha un po’ ribaltato tutte le situazioni che prima erano stabili. Inoltre, si è andata ad aggiungere anche una situazione particolare nello spazio riguardo una possibile tempesta solare.

Dunque, essendo che la previsione del futuro è assai difficile, le persone fanno affidamento a queste profezie che di fondamenta ne hanno ben poche. Scopriamo di seguito quelle che ultimamente stanno tornando di nuovo di moda.

Fine del mondo: le profezie che sono tornate di moda

Possiamo sicuramente dire che le profezie negli ultimi anni non sono affatto mancate. La prima di cui parliamo oggi è quella di Michel de Notre-Dame, anche detto Nostradamus. Per chi non fosse a conoscenza dei suoi scritti antichi, deve sapere che il suddetto aveva predetto che nel corso di questo 2021 ci sarebbero stati degli eventi seriamente catastrofici.

Ovviamente, la predizione degli antichi Maya non poteva di certo mancare nel nostro elenco. Di fatto, i suddetti avevano predetto che nel 21 dicembre del 2012 sarebbe dovuta seriamente accadere la fine del mondo. Nonostante così non sia stato, i Maya hanno dato di nuovo la carica andando a ritrattare la data: a quanto pare, la vera fine del mondo per loro è il 21 dicembre 2021.

Infine, concludiamo con una predizione meno importante ma che forse è stata quella più azzeccata, ossia quella di Sylvia Browne. La succitata sosteneva all’interno di un suo libro che nel 2020 ci sarebbe stata un’epidemia che avrebbe messo in serio difficoltà tutta l’umanità.