blank

Al giorno d’oggi per gli utenti Android incappare in un software malware è una possibilità decisamente presente, questo tipo di programmi malevoli infatti negli ultimi anni hanno visto una grande diffusione investirli, gli hackers infatti sfruttando le app dropper, hanno iniziato ad attaccare gli utenti per rubare i dati contenuti nelle memorie dei devices.

I malwares dunque sfruttano delle banali app come camuffamento che fanno da vettore, questo perchè gli applicativi sono attualmente i software più diffusi nel pianeta, ciò li rende perfetti per inoculare questa tipologia di applicativo malevolo.

Una volta penetrati all’interno del device dunque, ne assumono il controllo, cominciando a copiare tutto il contenuto delle memorie per poi inviarlo presso un server remoto ove il loro creatore può fruirne comodamente senza troppi problemi.

 

Come liberare il device infetto

Se quindi vi siete resi conto che il vostro smartphone è assediato da un fastidioso malware che vi rende la vita impossibile, ecco una procedura rapida e veloce per liberarsene, attenzione però, prima di attuarla rimuovete SD Card e SIM.

Una volta rimosse le schede, spegnete il device e riaccendetelo con la combinazione tasti power e volume+ a pressione prolungata, così facendo accederete al menù recovery, all’interno del quale potrete poi selezionare la voce Wipes (Muovendovi con i tasti volume e confermando con power), all’interno della quale poi dovrete procedere con “Wipe data factory reset” e “Wipe dalvik cache”, in tal modo eliminerete ogni personalizzazione presente, anche quelle malevole di certo non opera vostra e riportando dunque lo smartphone ad un perfetto funzionamento.