Postepay sotto attacco: è opera di un messaggio phishing, ecco i rischi

Il continuo assalto dei truffatori a coloro che si servono dei propri servizi bancari online è ormai un habitué. Gli utenti credono spesso che si tratti di mancanza di sicurezza da parte delle loro filiali, ma ovviamente bisogna precisare che non è così.

Una truffa fu infatti andare a segno solo ed esclusivamente per alcune disattenzioni da parte dell’utente, proprio come sta accadendo a coloro che hanno una Postepay. I tentativi di phishing infatti tendono a far credere che il messaggio in arrivo provenga dalla banca, quando poi invece la situazione risulta molto diversa. L’obiettivo del messaggio è quello di farvi inserire i vostri dati di accesso per poi rubarveli. Un nuovo tentativo di truffa rappresentato proprio da un messaggio starebbe facendo il giro delle chat durante questi giorni.

 

Postepay: bisogna porre molta attenzione a questo messaggio, eccolo qui

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .