blank

Nonostante le rimostranze dei manifestanti no vai e no Green Pass di questi ultimi giorni, in Italia c’è grande soddisfazione per l’andamento della campagna di vaccinazione contro il Covid. Il totale della popolazione immunizzata con prima e seconda dose supera la quota dell’80% ed ora l’attenzione si sposta in parte anche sulla somministrazioni delle terze dosi del vaccino Pfizer. 

 

Pfizer, ok per la terza dose anche agli over 18

Dallo scorso mese di Settembre, il Ministero della Salute ha dato il suo ok alla somministrazione della terza dose per i farmaci con tecnologia a mRNA. Per ora l’ulteriore dose di Pfizer e Moderna è prevista per i cittadini che hanno malattie pregresse e per gli anziani, che hanno completato lo scorso inverno il primo ciclo di immunizzazione contro il Covid.

A breve però la platea potrebbe divenire molto più nutrita. La scorsa settimana, infatti, l’EMA ha dato il suo via libera per la somministrazione delle terze dose a tutta la popolazione over 18. Il Ministero della Salute in Italia al tempo stesso non ha escluso la possibilità di una futura terza dose per tutti i cittadini, a prescindere dalle categorie di rischio e dalla fascia d’eta.

Quest’ipotesi anzi è tutt’ora la più accreditata per il futuro. L’ulteriore richiamo per Pfizer dovrebbe arrivare per gran parte della popolazione tra la fine del 2021 e l’inizio del nuovo anno.

I dati sulle terze dosi di Pfizer sino ad ora sono molto incoraggianti. Grazie all’ulteriore somministrazione, il siero anti Covid è in grado di contrastare la variante Delta che si rivela molto più infettiva rispetto alle precedenti versioni del virus.