blankLe aziende tech stanno fronteggiando una settimana complicata. In seguito al calo delle azioni di Facebook di oltre il 5%, Samsung è tra le aziende che lottano per mantenere lo slancio verso l’alto. Un enorme cambiamento di traiettoria rispetto al 2020.

È già “strano” che il valore di mercato di Samsung sia sceso di oltre il 3% fino ad ora, un calo che al momento riflette la situazione di gran parte del settore tech. In particolare, l’azienda ha perso quasi il 21% da quando il suo titolo ha raggiunto il picco l’11 gennaio. Circa 15,3 miliardi di dollari di azioni sono state vendute da investitori stranieri. Motivo principale di questi cambiamenti: vendite di smartphone in calo.

Samsung: vendite in calo, diminuito il valore di mercato dell’azienda

Le voci sulle prestazioni mediocri per quanto concerne le vendite del nuovo Galaxy S21 sono in giro già da quest’estate. Difficoltà riscontrate anche dalla serie S20 e dalla serie S10. Samsung ha anche perso il primo posto tra i produttori di smartphone, cedendo il titolo a Xiaomi qualche mese fa. Nonostante il crollo, la società ha aspettative alte e si aspetta di recuperare il 40% dei guadagni entro l’anno prossimo.

Tuttavia, non ci sono solo cattive notizie per Samsung. I risultati preliminari del terzo trimestre dovrebbe dare qualche speranza. Secondo i dati raccolti fino ad ora, la società dovrebbe registrare entrate record e il suo miglior profitto trimestrale dal 2018. È anche importante mettere questo calo in prospettiva. Sebbene il prezzo delle azioni sia indubbiamente diminuito durante tutto l’anno, è ancora più alto di quanto non fosse in questo periodo l’anno scorso. Un rimbalzo che potrebbe giovare ai profitti dell’azienda a lungo termine.