Apple, Intel, SoC, TSMC, iPhone 14, iPhone 13Steve Jobs ha tentato di rendere disponibile il software Mac OS per i computer Dell. Tuttavia, il CEO dell’azienda – Michael Dell – ritiene che i consumatori non siano mai stati interessati al supporto per il sistema operativo dell’Apple.

Dell anni fa era descritto come “l’arcinemico di Apple“. Jobs è stato mandato via da Apple a causa dei conflitti con il consiglio di amministrazione della società nel 1985. Nel 1993 ha avviato una nuova società chiamata Next. I computer successivi avevano un proprio sistema operativo e un software chiamato WebObjects per le applicazioni basate sul web. Jobs ha provato più volte a convincere Dell a utilizzare il sistema operativo Next, sostenendo fosse migliore di Windows. Dell rifiutò l’offerta.

Mac OS per computer Dell: il progetto iniziale di Steve Jobs mai andato a buon fine

Quando Jobs è tornato a lavorare per Apple nel 1997, ha acquisito Next e ha offerto a Dell una licenza per Mac OS. L’obiettivo era fornire agli utenti una scelta tra il software di Apple e Windows di Microsoft. Dell ha proposto a Jobs di pagare un canone per ogni PC venduto con Mac OS, ma Jobs ha risposto che un tale schema avrebbe indebolito le vendite di Apple a causa del prezzo ridotto dei PC.

La controproposta di Jobs era che i clienti avrebbero potuto scegliere il software da utilizzare, ma Dell avrebbe pagato Apple per ogni PC venduto, indipendentemente dal fatto che i clienti utilizzassero Mac OS. Dell rifiutò nuovamente e secondo quanto riferito, Jobs non avrebbe garantito l’accesso a Mac OS in futuro. “Avrebbe potuto cambiare la traiettoria per Windows e MacOS sui PC”, afferma Dell. “Ma ovviamente, come ben sappiamo, la direzione presa è stata diversa.”