blank

A quanto pare l’idea di posizionare un amante della fotografia a bordo della stazione spaziale internazionale è stata davvero azzeccata, stiamo parlando di Thomas Pesquet, lo stesso che ha fotografato l’uragano Sam e l’eruzione del vulcano a La Palma nell’arcipelago delle Canarie, quest ultimo infatti non perde occasione per immortalare tutti i fenomeno che hanno luogo sulla Terra ovviamente da un punto di vista più elevato, lo spazio.

 

Una valore aggiunto

L’astronauta amante della fotografia è dunque un valore aggiunto che a quanto pare non si smentisce mai, lo vedete il bagliore nella foto presente in testata all’articolo ? Ebbene anche in questo caso il merito dello scatto è suo, si tratta di un evento luminoso transitorio che a volte può essere osservato dalla ISS, o più in generale dall’orbita terrestre.

Si tratta di un evento decisamente raro che si verifica davvero con il contagocce, nel dettaglio si tratta di fulmini che si scaricano però nello strato superiore dell’atmosfera, un fenomeno osservabile più facilmente nella zona equatoriale dal momento che i fenomeni temporaleschi sono più frequenti ma non esclusivi, può succedere virtualmente in tutto il pianeta.

L’aspetto più affascinante è che questo tipo di fenomeno fino a qualche decennio fa erano ritenuti un po’ un olandese volante, la loro repentina apparsa e scomparsa ha fatto dubitare anche della loro stessa esistenza, fino a quanto poi con la crescente campagna spaziale non si è potuta avere conferma diretta suggellata ora da questo scatto eccezionale, che per l’appunto è l’estratto di un fotogramma timelapse, beccare i fulmini con uno scatto singolo è impossibile.