windows 11

Un evento che sta segnando questo periodo è l’uscita di Windows 11. Tuttavia, con ciò ci sono anche i primi bug segnalati dagli “early adopter”. Per questo è importante sapere se il nostro PC è compatibile con il nuovo sistema operativo e come installarlo definitivamente.

Microsoft ha già pubblicato su una pagina web di supporto dedicata a Windows 11 una guida che, in maniera molto curiosa, presenta un modo ufficiale per bypassare i controlli TPM 2.0 e CPU e installare Windows 11 anche su sistemi che non potrebbero installarlo. La scelta risulta essere davvero inusuale, anche perché il colosso è stato sempre irremovibile per quanto concerne i requisiti minimi della nuova versione di Windows.

 

Windows 11: Microsoft non si assume alcun rischio

In base a ciò che dice BleepingComputer, Microsoft si è accorta di non poter ignorare come sia semplice evitare questi controlli. È però importante dire anche che bypassare i suddetti non è un qualcosa di certo e affidabile, soprattutto perché a lungo termine potrebbero esserci dei rischi per quanto concerne le chiavi di registro. Di fatti, una modifica non corretta del registro può corrompere il file system e non rendere più avviabile il sistema operativo.

Inoltre, è fondamentale ricordare che l’installazione di Windows 11 su hardware non supportato potrebbe presentare anche un numero di bug e falle di sicurezza maggiore, quindi è essenziale pensare bene a cosa fare prima di fare tutto ciò sul vostro dispositivo. Microsoft stessa dice che voi siete responsabili di ciò che fate con il vostro PC. Il TPM 2.0 è un feature di sicurezza fondamentale che è alla base di Windows 11 e comprendere questi rischi è importante prima di fare scelte di cui potreste pentirvi.