bollo auto

Alcune persone possono richiedere il rimborso del bollo auto per il Covid, ma solo in alcune Regioni. In particolar modo, tutto ciò avviene in Lombardia, dove la Giunta Regionale ha approvato ufficialmente il rimborso della tassa automobilistica versata nel 2020. Ovviamente però non è per tutti. Di fatti, il rimborso bollo auto del 2020 per Covid è stato approvato per gli intermediari del commercio. L’erogazione avverrà tramite una concessione di un contributo a fondo perduto avente un importo uguale a quanto versato lo scorso anno.

Bollo auto 2020 per il Covid: chi può richiedere il rimborso?

Tramite questo tipo di modalità, la Regione Lombardia ha come scopo principale quello di andare a sostenere ancora di più uno dei settori più colpiti in assoluto dalla pandemia da Covid, soprattutto per via dei lockdown e delle restrizioni. Il tutto è fattibile mediante la richiesta del contributo a fondo perduto da presentare online, precisamente dal portale web bandi.regione.lombardia.it.

Dunque, ricapitolando, è arrivata l’approvazione della Giunta regionale della Lombardia per il rimborso del bollo auto del 2020, mediante una proposta formulata in un primo momento direttamente dall’assessorato dello Sviluppo Economico con l’assessorato regionale al Bilancio e Finanza della Regione Lombardia. Per andare ad ottenere il rimborso del bollo auto 2020 per il Covid, quindi, l’intermediario deve avere la propria sede nella Regione Lombardia con le micro imprese richiedenti che devono essere chiaramente attive ed iscritte al Registro delle imprese.

Per la registrazione e per l’autenticazione, dal portale bandi.regione.lombardia.it, è necessaria la Carta d’Identità Elettronica (CIE) oppure la Tessera Sanitaria/Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure ancora il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).