blank

Nel giorno 29/09/2021 il mondo del calcio ha visto affrontarsi nel match valido per la seconda giornata dei gironi di Champions League Juventus e Chelsea all’Allianz Stadium di Torino, il match di risonanza mondiale è stato trasmesso in diretta streaming su Amazon Prime Video, seguendo dunque la scia intrapresa dal colosso dell’e-commerce che ha deciso di gettarsi nel mondo del calcio.

A quanto pare però il risultato non è stato quello sperato, non parliamo di quello calcistico, che ha visto il trionfo della squadra italiana, bensì quello legato al servizio di streaming, che a tratti è stato deludente e decisamente poco accettabile.

 

La qualità video ha visto un andamento altalenante

Raccogliendo le testimonianze di utenti vari e famigliari che hanno visto la partita su Amazon Prime Video emerge un giudizio generale non positivo, la resa è stata deludente sotto vari punti di vista, ecco un sunto generale:

  • La scelta di Amazon di trasmettere il match in HDR è risultata deludente in quanto le immagini a tratti sono apparse letteralmente troppo chiare, o viceversa, troppo scure.
  • Le sequenze mandate in onda nel pre-partita mostravano colori innaturali ed un audio non sempre in sincrono.
  • La grafica mostrata a schermo con risultato e info sul match spesso mostrava colori troppo saturi e solarizzati.
  • La risoluzione, settatasi arbitrariamente in 4K, ha creato problemi di traffico ad alcuni utenti, viceversa, per altri è successo l’opposto trovandosi una risoluzione decisamente molto inferiore.

Si tratta dunque di un risultato decisamente sotto le aspettative, cosa di cui Amazon si è scusata persino durante il match, quando il telecronista Sandro Piccinini ha espresso in diretta le scuse di Amazon per i problemi di streaming.