james bond

Il 25esimo film di James Bond: No Time to Die, conterra’quattro Aston Martin del passato, una del presente e una concept car che deve ancora essere rilasciata. In sostanza, il nuovo film di James Bond rende omaggio all’intero spettro dell’eredità di Aston Martin.

Il nuovo film di James Bond: No Time to Die, renderà omaggio a due supercar del passato di Aston Martin: la DB5 e la V8 Saloon. Conterrà anche l’Aston Martin DBS Superleggera 2021 e una concept car che deve ancora abbellire le strade di Palm Beach Gardens: l’Aston Martin Valhalla.

Le Aston che hanno fatto la storia

L’Aston Martin DB5 invece ha recitato in Goldfinger, il preferito dalla critica quando si tratta di film di James Bond. Debuttando nel 1965, è apparsa come ospite in Thunderball, GoldenEye, Tomorrow Never Dies, Casino Royale, Skyfall e Spectre.

Aston Martin V8 Saloon: la prima “vera supercar” britannica, l’Aston Martin V8 Saloon aveva già 10 anni quando apparve per la prima volta nel 1987 in The Living Daylight. Il fatto che sia stato scelto un modello obsoleto per il primo film di James Bond di Timothy Dalton testimonia la sua importanza sia nella storia dell’Aston Martin che delle supercar.

Aston Martin Valhalla: questa rivoluzionaria hypercar a motore centrale deve ancora essere rilasciata, ma avrai l’opportunità di vederla in azione in No Time to Die. Con la tecnologia di morphing degli aerei di nuova generazione, sarà sicuramente un punto di riferimento nel settore automobilistico.

Aston Martin ha da tempo respinto le voci secondo cui stavano abbandonando le trasmissioni manuali preferendo invece l’utilizzo di una trasmissione automatica. Ma in realta’, inspiegabilmente queste voci sembrano essere vere. A partire dalla prossima Aston Martin Vantage del 2022, le trasmissioni manuali verranno gradualmente eliminate.

Ricordiamo inoltre che la data di uscita di No Time to Die è prevista per l’8 ottobre 2021.