pfizer

Il vaccino Pfizer continuerà ad essere parte della campagna di immunizzazione contro il Covid anche nei prossimi mesi. L’Italia, così come gran parte delle nazioni europee, ha scelto di puntare sui farmaci ad mRNA per le future somministrazioni di vaccino, a discapito dei farmaci che utilizzano la tecnica del vettore virale.

 

Pfizer, prevista la terza dose per i fragili dal 20 Settembre

In questo mese di Settembre, il Ministero della Salute ha reso noto il protocollo stilato insieme ad AIFA per la terza dose del vaccino Pfizer. Come noto, almeno in questa prima fase l’ulteriore somministrazione del siero anti Covid riguarda i cittadini fragili, coloro che nel corso della pandemia hanno sviluppatori il rischio più ampio di malattia severa in grado di portare ad ospedalizzazione ed anche decesso.

Successivamente ai fragili, saranno gli anziani e gli ospiti delle RSA a ricevere la terza dose di Pfizer. Già in questi giorni, alcuni over 80 sono stati chiamati dalle varie ASL del territorio per sottoporsi a nuovo vaccino.

Così come previsto per altre nazioni – gli USA, in primo luogo – la terza dose di Pfizer dovrebbe essere quindi somministrata anche a tutta la popolazione adulta. I tempi però in questo caso sono ancora ignoti. Plausibile la via che porta alla scadenza del Green Pass, dopo 9 mesi dalla seconda dose, e successivo rinnovo con terza dose.

Il nuovo vaccino con Pfizer, stando agli studi scientifici, è utile per contrastare la variante Delta, più infettiva rispetto alle precedenti versioni del virus ed anche con sintomi più aggressivi.