call center truffa

Un call center truffa che ha preso di mira migliaia di vittime internazionali è stato perquisito dalla polizia, a seguito di un’indagine della BBC in Inghilterra.

Panorama ha trasmesso filmati hackerati dall’interno del call center che mostravano come il personale addebitasse centinaia di euro, sterline o dollari a seconda del caso alle vittime, in cambio di una manutenzione informatica inesistente.

Il proprietario del call center, Amit Chauhan, ha negato che si trattasse di una truffa ma ha rifiutato di rispondere a domande dettagliate. Il signor Chauhan, un’altra persona coinvolta all’interno della truffa è ora in custodia dopo che la polizia ha fatto irruzione nel call center.

Recuperando i dati, si sono anche ottenute le registrazioni di 70000 chiamate che ha fatto capire agli investigatori il modus operando in cui le vittime venivano derubate. La maggior parte sono state nel Regno Unito, ma anche Italia, America, e paesi orientali.

Come facevano nella pratica

In pratica i truffatori utilizzavano diverse tecniche per infettare le vittime: email spam, sms, applicazioni corrotte su Android. Successivamente, una volta infettato il dispositivo e conoscendo quindi le informazioni personali come dati anagrafici, numero personale di telefono ecc, potevano fingersi tecnici informatici in grado di eliminare il virus in cambio di un pagamento in denaro.

La polizia chiede alle persone che hanno pagato soldi al call center di contattarli via e-mail all’indirizzo governativo rilasciato sul loro sito ufficiale. L’invito vale sia per i cittadini residenti in Inghilterra che quelli stranieri.

Perry Adams è stato una delle vittime che ha perso un sacco di soldi, dopo che un avviso fasullo è apparso sul suo computer, dicendo che era stato infettato da uno spyware pericoloso e che i suoi dati personali erano stati compromessi. “Penso che sia superbo il lavoro che Panorama ha svolto per conto delle vittime, per catturare qualcuno che pensava di essere intoccabile. Non c’è niente che gli impedisca di aprirsi da qualche altra parte, quindi sarò interessato a vedere cosa succede in tribunale ” ha detto in un’intervista.