blank

Gli smartphone al giorno d’oggi sono considerabili dei veri e propri scrigni del tesoro, i gioielli contenuti al loro interno sono pero i dati confidenziali legati ai loro proprietari, i quali per l’hacker giusto possono valere davvero oro in quanto adoperabili in numerose tipologie di reati dal furto d’identità al ricatto.

Per appropriarsene spesso gli hackers utilizzano i malware, i quali non sono nient’altro che dei piccoli software camuffati da banalissime App che è, una volta installati nel device nessuno il controllo iniziando a copiare tutto ciò che è presente in memoria.

Incappare in un malware è un evento abbastanza raro, ma non impossibile, spesso può capitare quando si ha la tendenza a scaricare eseguibili da fonti non certificate come il web crudo piuttosto che gli stores.

 

Come rimuovere un malware

Se vi dovesse rendere conto che il vostro smartphone è stato infettato da un malware ovviamente la prima intenzione è quella di rimuoverlo, se quindi avete questa necessità eccovi alcuni semplici passi per potervene liberare.

Innanzitutto spegnete lo Smartphone e rimuovete immediatamente SIM ed SD card virgole dopodiché riaccendete con la combinazione tasti Power e volume più, così facendo lo Smartphone si avvierà in modalità recovery.

Una volta entrati in questo particolare menù recatevi presso la sezione wipes e selezionate le voci wipe data factory reset e wipe dalvik cache, dopodiché riavviate il dispositivo.

Noterete che lo smartphone è ritornato a com’era non appena uscito dalla scatola questo poichè avrete effettuato un hard reset di tutto il sistema, riportandolo ad un perfetto funzionamento.