blank

Con l’arrivo degli aumenti sulle forniture di energia elettrica e gas, il Governo si sta già attivando per stanziare fino a 5 miliardi di euro in sostegni per i cittadini. Il denaro designato, risparmiato dai ristori non utilizzati, servirà in questa situazione emergenziale per venire incontro alle famiglie che non potranno sostenere ulteriori aumenti nei prezzi delle forniture indispensabili.

In questa direzione, il provvedimento allo studio dell’esecutivo consterà di due principali interventi: il primo consisterà nell’ammortizzare gli effetti dei rincari sulle famiglie e sulle aziende, il secondo invece prevedrà misure più mirate volte a ridurre l’onere degli aumenti per i cittadini con minori possibilità economiche.

Ma a quanto ammonteranno precisamente questi bonus, per chi li richiederà?

Bonus bollette, ecco quanto riceverete facendo richiesta

Come definito dall’attuale regolamentazione, il bonus sulle utenze consisterà nella riduzione sulla spesa sostenuta direttamente in bolletta, sia per quanto riguarda gas e luce, sia per l’acqua.

Precisamente, il valore del bonus elettricità dipende dal numero dei componenti del nucleo familiare cui appartiene il richiedente. E’ suddiviso in tre fasce (per l’anno corrente, il 2021): 1-2 componenti, con uno sconto di 128 euro direttamente in bolletta; 3-4 componenti, 151 euro; dai 5 componenti in su, 177 euro di sconto.

Nell’ambito del gas, invece, l’importo del bonus in bolletta dipende sia dalla composizione del nucleo familiare (entro i 4 componenti e dai 5 componenti in su), sia dalla modalità di utilizzo del gas – se l’utenza serve per acqua calda e cottura o comprende anche il riscaldamento – sia della zona climatica di appartenenza. In questi termini, il bonus può oscillare dai 30 euro fino ad un massimo di 245 euro all’anno.

Per l’acqua invece non è previsto uno sconto prestabilito, perché il bonus acqua permette di impiegare a titolo gratuito 18,25 metri cubi di acqua all’anno per ogni componente familiare.