android-attenzione-a-queste-8-app-pericolose-che-nascondo-un-malware

Gli smartphone al giorno d’oggi sono considerabili dei veri e propri scrigni del tesoro, i preziosi al suo interno non sono però gioielli o pietre di valore, bensì i dati legati al suo proprietario, essi infatti sono molto utili agli hacker, dal momento che consentono di svolgere numerosi reati, dal furto di identità al ricatto o al furto in banca.

Accaparrarseli non è facile però, gli hackers per riuscirci usano spesso i malware, piccoli programmi camuffati da app che, una volta installati, assumono il controllo completo del device iniziando a copiare tutti i dati in esso presenti e nascondendosi, in modo tale da risultare difficili da individuare e dunque da rimuovere.

Se però vi accorgete di accorgete di essere stati infettati, vi verrà spontaneo chiedervi come risolvere il problema, ebbene la procedura è decisamente semplice, eccovela spiegata in pochi passi.

 

Ripulire il device

Innanzitutto spegnete il vostro smartphone, dopodiché lo dovrete accendere nuovamente adoperando però la combinazione di tasti Power e Volume+, in tal modo accederete al menù recovery, da li potrete poi effettuare un hard reset che eliminerà completamente ogni modifica malevola presente nel device.

Per effettuare il reset recatevi usando i tasti volume sulla sezione wipe e cliccate con il tasto power, dovrete poi avviare le procedure “Wipe data factory reset” e “Wipe dalvik cache”, cos’ facendo il vostro cellulare tornerà a com’era non appena acquistato.

N.B. La procedura deve essere effettuata previa rimozione di SIM e Sd card, essa eliminerà tutto ciò che è salvato nel cellulare tranne i file dati.