xiaomi-presenta-tablet-pad-5-mi-band-6-nfc

Xiaomi ha rilasciato un nuovo tablet, il Pad 5, e una versione NFC del Mi Smart Band 6, oltre ai suoi nuovi smartphone Xiaomi 11. Il Pad 5 è stato progettato pensando alla produttività, in particolare come strumento pensato per le persone che lavorano o studiano da casa. Viene fornito con la Smart Pen dell’azienda, che può essere utilizzata per prendere appunti o per acquisire rapidamente schermate con i suoi tasti funzione.

Il tablet ha una fotocamera frontale da 8 megapixel che supporta video a 1080p per riunioni e lezioni. Ha anche la capacità integrata di scansionare documenti per un uso successivo o per la condivisione utilizzando la sua fotocamera posteriore da 13 megapixel.

Xiaomi ha introdotto il Pad 5 per la produttività

Il dispositivo utilizza un display WQHD+ da 11 pollici con una frequenza di aggiornamento di 120Hz ed include il supporto per Dolby Vision e Dolby Atmos. Xiaomi Pad 5 è alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon 860 da 7 nm annunciato all’inizio di quest’anno, che gli sviluppatori XDA hanno precedentemente descritto come una versione rivista dello Snapdragon 855 che ha alimentato la maggior parte dei device nel 2019.

Il tablet sarà disponibile in grigio e bianco perla e in due configurazioni: una con 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione e un’altra con 6 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione, con prezzi che partono rispettivamente da 349 EUR e 399 EUR. Le date di rilascio variano in base alla regione e coloro che sono interessati dovranno verificare la disponibilità nel loro paese.

Xiaomi ha anche lanciato una nuova versione di Mi Smart Band 6 che è stata originariamente introdotta nel marzo 2020. La nuova band ha ancora le caratteristiche incentrate sul fitness, inclusa una funzione SpO2, ma ora ha anche la possibilità di effettuare pagamenti contactless tramite NFC. Xiaomi afferma di aver collaborato con Mastercard per aggiungere la funzionalità al dispositivo indossabile, che ora include anche l’accesso integrato all’assistente vocale Alexa di Amazon.