WhatsApp: un ritorno a pagamento dal nulla, il messaggio corre in chat

Quando si naviga tra le conversazioni di WhatsApp bisogna sempre tenere alto il livello di attenzione. Soprattutto quando si ricevono messaggi in gruppi particolarmente affollati, ricchi di sconosciuti, il rischio di essere esposti a fake news e informazioni fasulle è molto alto. Nelle ultime settimane, su WhatsApp hanno spopolato le fake news relative alla vaccinazione e alla campagna di immunizzazione contro il Covid attualmente in corso in Italia.

 

WhatsApp, la dinamica delle fake news sui vaccini

I messaggi relativi alla campagna di vaccinazione contro il coronavirus si sono rivelati un vero e proprio boomerang, oltre che un pericolo reale per il sistema sanitario. Proprio dopo aver letto una serie di bufale su WhatsApp, tanti italiani hanno deciso di disertare il loro appuntamento per il vaccino.

Se la primavera è stata caratterizzata dai messaggi sul siero di AstraZeneca, dall’estate l’attenzione è riservata a Pfizer. Tra le fake news messe in circolazione ad hoc dai malintenzionati della rete vi è ad esempio la scarsa efficacia del vaccino Pfizer contro la variante Delta. Sempre attraverso WhatsApp inoltre si possono leggere una serie di novità circa i possibili effetti collaterali del farmaco

La letteratura scientifica ha smentito categoricamente entrambe le teorie. Da articoli apparsi recentemente su New England Journal of Medicine Lancet, si può evincere non solo la sicurezza del vaccino e l’assenza di effetti collaterali gravi ma anche la resistenza contro la variante Delta.

La regole per i messaggi WhatsApp che riguardano i vaccini deve essere quindi chiara: cancellare senza alcun rimorso ogni comunicazioni particolarmente sospetta.