pfizer-vaccino-efficace-variante-indiana

Le novità sul vaccino Pfizer oramai si rincorrono di giorno in giorno, in Italia ed anche nelle altre nazioni impegnate nella campagna di immunizzazione contro il Covid. Con una quota raggiunta di quasi il 75% della popolazione immunizzata, in Italia si guarda già alle prospettive future con un possibile ulteriore richiamo per mantenere alto il livello di protezione della popolazione dal virus.

 

Pfizer, prevista la terza dose per i fragili dal 20 Settembre

Anche in Italia quindi si predisporrà una terza dose del vaccino Pfizer per i cittadini. Come previsto dal Ministero della Salute e dell’AIFA, nella prima parte della stagione autunnale, la terza dose riguarderà soltanto i cittadini fragili, ossia coloro che hanno malattie pregresse, gli immunodepressi o coloro che hanno patologie congenite. La partenza delle somministrazioni è prevista in tutto il paese dal 20 Settembre.

Una volta completata l’amplia platea dei fragili, tra la fine dell’autunno e l’inverno si dovrebbe passare agli anziani, specialmente a coloro che hanno completato il loro ciclo di vaccinazione con Pfizer nei primi mesi dello scorso anno.

Oltre all’Italia, anche altre nazioni hanno deciso di provvedere ad un’ulteriore dose del vaccino Pfizer per la popolazione. La campagna sarà attivata in Israele, nel Regno Unito, negli Stati Uniti e per quanto concerne l’Europa in Francia, Germania e Spagna.

Lo scopo della terza dose è mantenere alta la protezione dei cittadini contro il Covid e specialmente dalle forme del virus che portano a malattia grave con conseguente ospedalizzazione o decesso. Al tempo stesso con la terza dose di Pfizer si proteggerà la popolazione più fragile delle nuove varianti del patogeno.