blank

L’alternanza delle partite tra la Serie A e la Champions League in questa prima grande parte della stagione calcistica sta favorendo ancora una volta la tecnologia streaming IPTV. Mai come quest’anno, tanti appassionati di calcio per evitare di attivare molteplici abbonamenti tra Sky, DAZN e Amazon hanno scelto di affidarsi allo streaming illegale.

 

IPTV, rischi altissimi per la Serie A gratis

Come in passato, lo streaming illegale assicura a tutti gli appassionati di calcio una serie di benefici per quanto concerne i risparmi mensili sui prezzi di abbonamento. Gli utenti, però, in maniera contestuale si espongono ad una serie di rischi molto alti.

Un primo rischio è quello legato alle truffe. Nelle scorse settimane, tante persone sono cadute in trappola a causa di chat di Telegram e di WhatsApp che sponsorizzavano proprio gli abbonamenti IPTV. Molti utenti dopo aver pagato una quota di sottoscrizione non hanno ricevuto alcun servizio in cambio.

Attenzione poi anche ai rischi penali. Le forze dell’ordine dall’estate stanno conducendo operazioni contro l’IPTV e stanno sanzionando i trasgressori con multe che arrivano sino a 30mila euro. In alcuni casi recidivi è anche prevista la reclusione dai sei mesi a tre anni.

Le persone che scelgono la via dello streaming illegale e dell’IPTV spesso fanno anche uso dei canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.