cashback

La chiusura del programma cashback nel secondo semestre del 2021 ha portato alla fine dei rimborsi per i pagamenti effettuati con carta di credito e con carta di debito presso le attività commerciali sul territorio italiano. Anche se allo stato attuale non si può parlare di una vera e propria cancellazione, questo misura ha scontentato gran parte degli italiani.

Cashback, i tempi per i rimborsi degli italiani dopo la cancellazione

La messa in pausa del cashback è operativa a partire dal 1 Luglio. Il Governo, infatti, attraverso un apposito decreto emanato lo scorso 30 Giugno ha previsto la sospensione del programma nel secondo semestre dell’anno. Stante le cose, il cashback dovrebbe ripartire a partire dal prossimo 1 Gennaio, ma tutto è ancora in divenire. Non è impossibile infatti anche una possibile decisione sulla cancellazione definitiva del programma.

Nelle settimane a venire, questa decisione impegnerà la classe politica. La maggioranza dell’attuale Governo è divisa sul tema, tra chi preferirebbe spostare i fondi del cashback su altre misure e chi difende il programma per il contrasto dell’evasione fiscale e per il rilancio dei consumi nel post Covid.

Lo stop del cashback dal 1 Luglio non ha però cancellato i rimborsi previsti per la prima parte dell’anno. L’accredito da parte dell’Agenzia delle Entrate per le somme tra 1 Gennaio e 30 Luglio è già partito e tanti italiani già hanno ricevuto il bonifico sul loro IBAN

I tempi di attesa saranno leggermente più lunghi per i rimborsi del super cashback dal valore di 1500 euro. In questo caso i bonifici non dovrebbero arrivare prima di Novembre.