WhatsApp: in questo modo possono rubarvi l'account, si attiva la Polizia

Il mondo del web nasconde sempre varie insidie, le quali vanno ad abbattersi soprattutto su coloro che non sono esperti. Purtroppo nel corso degli ultimi anni i truffatori sono stati in grado di creare un qualcosa che riuscisse ad infrangere le difese anche di quelli più avvezzi ad utilizzare uno smartphone, come ad esempio durante l’utilizzo di WhatsApp.

Spesso si parla di truffe che portano ad attivare abbonamenti a pagamento senza accorgersene, ma in questo caso la situazione potrebbe essere molto più pericolosa. Si tratta infatti di un nuovo modo per rubare l’account alle persone. Il tutto si andrebbe a verificare secondo quanto descritto mentre gli utenti utilizzano la versione web di WhatsApp. Questa necessità, come tutti ben sanno, di un codice di verifica, il quale finirebbe misteriosamente nelle mani dei truffatori. Anche se per poche ore quindi il vostro account potrebbe ritrovarsi tra le mani di persone estranee. Proprio per questo motivo ad indagare e a far luce sulla questione ci sta pensando la polizia di Stato che ha diffuso anche un comunicato ufficiale. 

 

WhatsApp: ecco il comunicato ufficiale della polizia di Stato sulla nuova truffa che ruba l’account

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”